LA STORIA DI ALEMAT

Alemat nasce nel cuore e nella mente di Savio Dominici alla fine degli anni ’80. La scintilla parte naturalmente da una bottiglia di vino, degustata nelle prestigiose colline del nostro Piemonte, e dall’amicizia con uno dei più sapienti produttori langaroli. L’amore per il vino e per la vigna cresce negli anni finché Alemat diventa una realtà nel 2012, quando un altro decisivo incontro rende realizzabile ciò che prima era solo un sogno. La passione coltivata da sempre vede nella collaborazione con un attento vignaiolo monferrino la possibilità di concretizzarsi. La gestione della cantina è condotta con la consulenza di uno dei migliori enologi piemontesi. L’azienda viene fondata col massimo entusiasmo e col sostegno irrinunciabile della famiglia e degli amici.

Benvenuti ad Alemat

Scopri la nostra passione

Incontra la famiglia Alemat

Visita la nostra vigna

I Nostri Vini

Emilio

Grignolino d'Asti

100% Grignolino

Una collina nel comune di Penango, un unico appezzamento raccoglie i vigneti dell’azienda, il grignolino occupa la parte più bassa, cresce su un terreno argilloso e calcareo a 250 m. circa slm. Esposto a Sud, impiantato con una densità di 5000 piante per ettaro e coltivato osservando il minuzioso rispetto della natura e dell’ambiente. Noto fin dal ‘500 e particolarmente apprezzato alla corte dei Savoia, che lo consideravano il vino delle grandi occasioni. Quasi tutti gli anni è necessaria una vendemmia verde , ad Agosto, per equilibrare il carico produttivo delle viti.

Raccolto a mano alla fine di Settembre con accurata cernita delle uve, solo quando queste siano giunte a perfetta maturazione.

La fermentazione è condotta in fusti d’acciaio a temperatura controllata di 24°C sulle bucce; dopo qualche giorno, non appena si sia constatato il tenore massimo di colore, si procede tempestivamente alla svinatura. Segue la fermentazione malolattica alla temperatura controllata di 20°C.

Il vino è mantenuto in acciaio per 4-5 mesi poi si procede con l’imbottigliamento. Ancora un mese in bottiglia prima dell’immissione in commercio

Rubino chiaro e brillante.

Inizia sviluppando sentori speziati, pepe nero, e di piccoli frutti rossi, evolve nel bicchiere offrendoci un seguito più morbido e ampio con note di frutta più dolce.

Avvolgente ed intenso, dalla buona persistenza, con il tannino leggero caratteristico del Grignolino, appena percettibile.

Praie

Barbera d'Asti

100% Barbera

Impianto sulla parte alta di una collina nel comune di Penango a circa 300 mt s.l.m, esposta a sud su terreno molto magro, calcareo argilloso. Densità d’impianto 5000 piante ettaro.

Raccolto a mano nella prima decade di Ottobre, con accurata cernita delle uve, solo quando queste siano giunte a perfetta maturazione. Quasi tutti gli anni è necessaria una vendemmia verde , ad Agosto, per equilibrare il carico produttivo delle viti.

Le uve sono diraspate e pigiate, la fermentazione è condotta in fusti d’acciaio alla temperatura controllata di 28°C; il mosto-vino viene mantenuto in contatto delle bucce per 8-10 giorni, poi si procede con la svinatura e la pressatura . Al termine della fermentazione alcolica si favorisce lo svolgimento della fermentazione malo-lattica mantenendo il vino in recipienti d’acciaio alla temperatura controllata di 20°C.

Il vino è mantenuto in acciaio per 6-8 mesi poi si procede con l’imbottigliamento. Ancora due mesi in bottiglia prima dell’immissione in commercio.

Rosso rubino intenso con sfumature violacee.

Frutta rossa, amarena e ciliegia mature.

Ampio avvolgente ed intenso, persistente, il retrogusto ci riporta le gradevoli sensazioni del profumo di frutti maturi con un finale leggermente speziato.

Brunaldo

Monferrato Rosso

100% Croatina

Comune di Penango, collinare, esposizione ad est, terre rossastre a 250 m circa sul livello del mare. La densità di impianto è di circa 5000 piante per ettaro.

Raccolto a mano intorno alla metà di Ottobre, con accurata cernita delle uve, solo quando queste siano giunte a perfetta maturazione. Quasi tutti gli anni è necessaria una vendemmia verde , ad Agosto, per equilibrare il carico produttivo delle viti.

Le uve sono diraspate e pigiate, la fermentazione è condotta in fusti d’acciaio alla temperatura controllata di 28°C; il mosto-vino viene mantenuto in contatto delle bucce per 8-10 giorni, poi si procede con la svinatura e la pressatura. Al termine della fermentazione alcolica si favorisce lo svolgimento della fermentazione malo-lattica in fusti di rovere francese alla temperatura controllata di 20°C ed effettuando periodici batonnage.

In piccoli fusti di rovere per 12 mesi circa. Dopo l’imbottigliamento ancora 3 mesi di permanenza in bottiglia prima della immissione in commercio.

Rosso rubino intenso con sfumature violacee.

Ampio e complesso, all’inizio speziato si manifesta poi più morbido e avvolgente con sentori di frutti rossi, di prugna e ciliegia, l’amalgama è dato dalla nota leggera di vaniglia con i sentori di tostatura lieve, appena percettibili.

Pieno ed intenso, dalla lunga persistenza; la tessitura del vino è importante ed il palato ne percepisce la trama fitta ma morbida, importante e rotondo al tatto. Sapido. Il retrogusto ci riporta il sentore speziato ed il dolce della frutta matura.

Augusta

Barbera d'Asti Superiore

100% Barbera

Impianto sulla parte alta di una collina nel comune di Penango a circa 300 mt s.l.m, esposta a sud su terreno molto magro, calcareo argilloso. Densità d’impianto 5000 piante ettaro.

Raccolto a mano prima decade di Ottobre, con accurata cernita delle uve, solo quando queste siano giunte a perfetta maturazione. Quasi tutti gli anni è necessaria una vendemmia verde , ad Agosto, per equilibrare il carico produttivo delle viti.

Le uve sono diraspate e pigiate, la fermentazione è condotta in fusti d’acciaio alla temperatura controllata di 28-30°C; il mosto-vino viene mantenuto in contatto delle bucce per 12-15 giorni, poi si procede con la svinatura e la pressatura, al mosto fiore viene aggiunta la prima parte del pressato. Al termine della fermentazione alcolica si favorisce lo svolgimento della fermentazione malo-lattica mantenendo il vino in recipienti d’acciaio alla temperatura controllata di 20°C.

Al termine della fermentazione malo lattica il vino viene travasato in grandi botti di rovere; la permanenza in legno è di circa 18 mesi. Dopo l’imbottigliamento si affina ulteriormente in bottiglia per 4-6 mesi.

Rosso rubino intenso con sfumature violacee.

Da subito la frutta rossa, amarena e ciliegia mature, il profumo è ampio, la botte grande gli conferisce naturale complessità senza lasciare note legnose, la vaniglia è molto lieve.

Ampio avvolgente ed intenso, persistente; importante e fitta la trama, il retrogusto ci riporta le gradevoli sensazioni del profumo di frutti maturi con un finale leggermente speziato.

"Ad Alemat hanno scoperto il segreto per imbottigliare le emozioni e servirle dopo un accurato passaggio in botte! Non solo producono vini superlativi ma tengono alto il valore della tradizione stando al passo con la modernità e tenendo in considerazione i gusti di un target molto ampio!"

− Daniel M. | Sommelier Fisar

"Il miglior Grignolino di sempre! Tante volte si pensa che i vini migliori siano frutto di famiglie dalle lunghe tradizioni, mentre è sorprendente come una cantina così giovane produca dei vini a regola d’arte. "

− Mirjam N. | Sommelier Fisar

""Consiglio a tutti il Grignolino di Alemat. E’ molto fresco e le sensazioni retro olfattive che lascia lo rendono pericoloso…ogni sorso è come un bacio e ne vorresti subito un altro e poi un altro ancora.""

− Cristina R. | Sommelier AIS